Buone notizie formato supposta

Suppost-it

Road to Italy: parte 5

Scritto da in Racconti

Fino a ieri Lazio uguale Roma era per me un’equazione esatta. Un po’ per colpa dei tifosi biancocelesti dell’urbe, forse un po’ perché la nostra capitale – la città più ricca di monumenti del mondo – mette certo in ombra i paesini nel suo raggio di competenza. In realtà, a chi abbia voglia di lasciarsi alle spalle il Colosseo, la regione Lazio si rivela una… Leggi tutto »

Road to Italy: parte 4

Scritto da in Racconti

L’isola di Capri è l’appendice naturale della costa sorrentina, figlia biologica nata dagli stessi processi geologici e dalla “costituzione” simile alla terraferma. Eppure l’atollo che ha affascinato attori e reali – primo fra tutti l’imperatore romano Tiberio – ai miei occhi sembra piuttosto una repubblica autonoma. La camicia di lino e i mocassini alla “caprese”, infatti, azzeccano poco con il sangue caldo e “alla buona”… Leggi tutto »

Road to Italy: parte 3

Scritto da in Racconti

Sorrento è un intestino di strade incapace di digerire le troppe macchine che ingoia. A poco servono le zone a traffico limitato: il traffico convulso è parte inscindibile della costiera. I clacson – il cui uso sembra sulle prime eccessivo – rivelano ad orecchi attenti un linguaggio convenzionale e precisissimo, un segnale adoperabile per ogni indicazione utile all’automobilista. Tra le due corsie delle stradine senza… Leggi tutto »

Road to Italy: parte 2

Scritto da in Racconti

Il mio arrivo al sud è amaro come il risveglio brusco da un sogno. Proprio come quando le promesse, le attese e le storie  ancora da far maturare – approfittando della fine della fase rem – vengono rotte da un riscuotersi inaspettato. Con ancora in mente i girasoli in fila indiana verso l’alba e i campi ben ordinati sotto la curva del cielo toscano, infatti, apro… Leggi tutto »

Road to Italy: partenza

Scritto da in Racconti

  Il viaggio in Italia è stato – per oltre tre secoli – una tappa fondamentale per i giovani e sfaccendati borghesi del tempo. Il grand tour – come veniva chiamato il giro turistico nella nostra penisola – funzionava come un odierno Erasmus: era l’occasione per fare esperienze di vita e «impregnarsi» di un’invidiabile (allora lo era…) cultura italica. Lo scrittore tedesco Wolfgang Goethe rimase… Leggi tutto »