Buone notizie formato supposta

Suppost-it

La solidarietà del frigorifero

Scritto da in Sociale

Nell’era della sharing economy, si condivide persino… il frigorifero. Almeno a Bari dove l’associazione Kenda Onlus, impegnata nella cooperazione internazionale, ha inventato il progetto «Frigo Solidale» con cui i cittadini possono mettere in comune il cibo per ridurre lo spreco del cibo e nello stesso tempo contrastare la povertà. Il sistema del “foodsharing” è semplice: in punti strategici della città sono stati posizionati cinque congelatori… Leggi tutto »

I fagioli salveranno il mondo

Scritto da in Salute

Sono lo scarto dell’industria alimentare europea che ogni anno ne butta nel cestino milioni di tonnellate ma i legumi sono pronti alla rivincita. Fagioli, fave e lenticchie messi da parte dalla grande distribuzione diventano però una materia prima fondamentale per un’azienda di Parma che produce bioplastica. Qui gli esperti, nell’ambito di un progetto di ricerca europeo, hanno inventato un metodo per utilizzare gli scarti dei prodotti non più vendibili, preziosi… Leggi tutto »

Natale sì, ma senza sprechi

Scritto da in Cucina

Questo Natale gli italiani saranno più virtuosi a tavola. A dirlo è lo studio di Waste Watcher che qualche giorno fa ha reso pubblici i risultati delle interviste annuali a proposito delle feste in cucina. Per fare festa quest’anno basterà un quarto del cibo: le famiglie lasceranno infatti da parte dolciumi complessi e porteranno in tavola ricette semplici e sane come i piatti regionali tipici. La nuova tendenza che secondo il… Leggi tutto »

WeFood: il supermercato che salva il cibo dalla pattumiera

Scritto da in Ambiente

Brutti ma ancora buoni: ecco la filosofia del supermercato danese WeFood che da poco sta sperimentando la vendita sugli scaffali delle eccedenze alimentari. Prodotti «freschi» con qualche difetto oppure prossimi alla data di scadenza, ma ancora perfettamente commestibili e in linea con le prescrizioni internazionali in materia di salute. Un accorgimento semplicissimo che, però, non è la prassi nella grande distribuzione mondiale tanto è vero… Leggi tutto »