Buone notizie formato supposta

Suppost-it

La nazionale con sindrome di down è campione del mondo

Scritto da in Cronaca

Il tetto del mondo si colora di azzurro per la vittoria sul Portogallo della nostra nazionale di calcio per atleti con sindrome di Down. Una finale emozionante che si è conclusa con un 4-1 proprio per la squadra guidata dal referente tecnico Roberto Signoretto che dal 2008 ha organizzato un campionato solo per questi ragazzi con l’idea di dar loro un’ulteriore opportunità. Si cominciò con la Coppa delle regioni, poi l’anno scorso –… Leggi tutto »

«Fare la campionessa? Meglio l’università»

Scritto da in Cronaca

Diciotto anni e una carriera da sportiva professionista pronta a decollare. Il sogno di chiunque sintetizzato in poche parole, al quale però il «fenomeno del golf» Hannah O’Sullivan ha rinunciato. A prendere una decisione così coraggiosa da fare notizia è la ragazzina che a soli 16 anni s’aggiudicava il Gateway Classic, ultima tappa verso il professionismo sul green e dunque la più giovane vincitrice di sempre della competizione. Una sportiva, insomma, con una… Leggi tutto »

Barcelona scuola calcio, ma in Nigeria

Scritto da in Infanzia

Una delle squadre di calcio più famose al mondo scende in campo per disputare il match più importante. Il club del Barcelona, infatti, nei mesi scorsi ha aperto una scuola di calcio a Lagos, una delle città più popolose della Nigeria. Un’accademia sportiva dove coltivare giovani talenti che è la prima nel suo genere nell’intero continente e che non ha nulla da invidiare alla sua gemella spagnola, la celebre Masia Academy dalla… Leggi tutto »

Il fotografo che scatta a occhi chiusi

Scritto da in Fotografia

Nell’obbiettivo della sua macchina fotografica vede nero e alla fine, quando il clic suona dall’apparecchio cattura immagini, non può controllare la qualità del suo scatto. Eppure, Joao Maia, ipovedente da 12 anni, ha fatto parte del team ufficiale di tecnici dell’immagine che ha raccontato visivamente al mondo le Paralimpiadi di Rio e sul web è diventato una star. Maia, 41 anni, ha lavorato come postino a San Paolo… Leggi tutto »

Una pizza gratis per ogni medaglia d’oro vinta

Scritto da in Curiosità

Una medaglia d’oro è un orgoglio per tutto il Paese rappresentato dall’atleta sul gradino più alto del podio, ma per alcuni può diventare anche un guadagno «pratico» più che morale. Lo dimostra l’iniziativa del ristorante Vapiano, una catena tedesca di cucina italiana diffusa in tutto il mondo e in particolare in Oceania, che in questi tempi di Olimpiadi ha deciso di regalare una pizza o un piatto… Leggi tutto »

Yusra Mardini: una bracciata verso Rio

Scritto da in Internazionale

Dalla Siria a Rio. È il sogno di Yusra Mardini, 18 anni che – una bracciata dopo l’altra – spera di arrivare ai Giochi olimpici brasiliani. La ragazza l’anno scorso è scappata insieme alla famiglia a Berlino, dove oggi si sta allenando in attesa di una chiamata dal Comitato olimpico internazionale. Il desiderio di Yusra non è per niente utopia: infatti quest’anno il Cio ha stanziato… Leggi tutto »

Messi e Murtaza: la star e il piccolo fan afghano

Scritto da in Infanzia

Aveva commosso il web la sua foto con addosso una maglia di plastica bianca e blu con il nome e il numero della divisa da gioco del suo idolo, il calciatore Lionel Messi, e ora la star del Barcellona ha promesso di incontrarlo. Per Murtaza Ahmadi, 5 anni, afghano, è senz’altro una buona notizia che di certo non s’aspettava. Il bambino infatti, che abita in… Leggi tutto »

Jamie Vardy: dalla fabbrica alla Premier League

Scritto da in Cronaca

Dalla fabbrica alla Premier League. È la favola di Jamie Vardy, l’attaccante ventottenne del Leicester che, con 18 gol in 25 partite, ha spiazzato i bookmakers inglesi e sta facendo letteralmente impazzire i tifosi del calcio internazionale. Prima di diventare capocannoniere in carica della Premier, infatti, il giovane di Sheffield giocava da semi-dilettante nella quinta lega (categoria equivalente alla nostra Eccellenza) e nessuno si sarebbe… Leggi tutto »