Buone notizie formato supposta

Suppost-it

Il fotografo che scatta a occhi chiusi

Scritto da in Fotografia

Nell’obbiettivo della sua macchina fotografica vede nero e alla fine, quando il clic suona dall’apparecchio cattura immagini, non può controllare la qualità del suo scatto. Eppure, Joao Maia, ipovedente da 12 anni, ha fatto parte del team ufficiale di tecnici dell’immagine che ha raccontato visivamente al mondo le Paralimpiadi di Rio e sul web è diventato una star. Maia, 41 anni, ha lavorato come postino a San Paolo… Leggi tutto »

Rio 2016: la vittoria delle calciatrici dello Zimbabwe

Scritto da in Internazionale

Comunque vada, la nazionale di calcio femminile dello Zimbabwe ha già vinto. Perché la formazione è la prima squadra di un Paese dell’Africa meridionale ad essersi qualificata in una competizione calcistica a livello mondiale e le ragazze sono le prime a rappresentare lo Zimbabwe in uno sport di gruppo negli ultimi 26 anni. La qualificazione, poi, per queste giocatrici che per la maggior parte hanno alle… Leggi tutto »

Una pizza gratis per ogni medaglia d’oro vinta

Scritto da in Curiosità

Una medaglia d’oro è un orgoglio per tutto il Paese rappresentato dall’atleta sul gradino più alto del podio, ma per alcuni può diventare anche un guadagno «pratico» più che morale. Lo dimostra l’iniziativa del ristorante Vapiano, una catena tedesca di cucina italiana diffusa in tutto il mondo e in particolare in Oceania, che in questi tempi di Olimpiadi ha deciso di regalare una pizza o un piatto… Leggi tutto »

Rio 2016: i sostenitori della «nazionale» dei rifugiati

Scritto da in Internazionale

Mancano poche ore a che il sipario delle prime olimpiadi sudamericane si alzi. Prima ancora che le competizioni inizia, è già scritto che i Giochi Olimpici di Rio 2016 passeranno alla storia per aver permesso a una squadra di atleti rifugiati di gareggiare sotto la bandiera del comitato olimpico. Gli atleti senza squadra nazionale sono 10 e di loro, provenienti da Siria, Sud Sudan, Etiopia… Leggi tutto »

Yusra Mardini: una bracciata verso Rio

Scritto da in Internazionale

Dalla Siria a Rio. È il sogno di Yusra Mardini, 18 anni che – una bracciata dopo l’altra – spera di arrivare ai Giochi olimpici brasiliani. La ragazza l’anno scorso è scappata insieme alla famiglia a Berlino, dove oggi si sta allenando in attesa di una chiamata dal Comitato olimpico internazionale. Il desiderio di Yusra non è per niente utopia: infatti quest’anno il Cio ha stanziato… Leggi tutto »