Buone notizie formato supposta

Suppost-it

Abiti Puliti: la campagna per fare trasparenza sui marchi

Scritto da in Sociale

Con l’hashtag #GoTransparent, Human Rights Watch sta promuovendo la campagna Abiti Puliti con cui chiedere ai maggiori marchi della moda (tra cui Armani, Primark e Walmart) maggiore trasparenza sulle fabbriche che producono i loro vestiti. Per farlo l’organizzazione non governativa ha coinvolto i cittadini del mondo e gli attivisti hanno dichiarato che questo gennaio consegneranno le firme di 70mila persone alle aziende di moda coinvolte…. Leggi tutto »

Dal campo profughi alle grandi boutique

Scritto da in Sociale

Nel campo profughi di Jerash, in Giordania, c’è un laboratorio sartoriale ad alto livello dove lavorano trecento donne.  Si tratta del progetto sociale SEP inaugurato nel 2013 dall’italiana Roberta Ventura che ha deciso con questa idea di aiutare le donne del campo. A Jerash – fondato nel 1967 durante la guerra arabo-israeliana – infatti vivono 29mila palestinesi  in strutture fatiscenti e condizioni di povertà. Le donne… Leggi tutto »

Halima Aden, in passerella con l’hijab

Scritto da in Internazionale

Sta diventando l’idolo di migliaia di ragazzine che iniziano a credere che coronare il proprio sogno così come si è, qualche volta è possibile. Halima Aden, appena 19 anni, è la prima modella a non aver rinunciato ad indossare l’hijab durante le sfilate. Nata in Kenya e trasferitasi in USA, dopo la fascia di miss Minnesota vinta nel 2016, la giovane Halima ha scalato rapidamente… Leggi tutto »

La ragazza che sognava la Fashion Week

Scritto da in Internazionale

Dal Cairo a Parigi in soli due anni. Tanta è la strada percorsa dalla giovane stilista Norine Farah, 27 anni, che tre mesi fa si è vista recapitare una mail con l’invito a partecipare alla settimana mondiale della moda che si terrà nel gennaio 2017 nella capitale francese. Norine, che ha trasformato il suo nome in un marchio d’alta moda due anni fa, è stata scelta dagli organizzatori… Leggi tutto »

Abaya: D&G firmano il velo islamico

Scritto da in Curiosità

Dio è uno solo e si chiama lusso. A mettere a tacere le contese culturali tra le due grandi religioni monoteiste del nostro tempo, cristianesimo e Islam, ci pensano Dolce & Gabbana, i due celeberrimi stilisti italiani che non sono nuovi alle provocazioni (sia nel campo delle innovazioni della moda sia nelle loro uscite pubbliche). L’ultima trovata della collezione primavera-estate 2016 sulle passerelle degli artisti, infatti… Leggi tutto »

W la pelle a buccia d’arancia!

Scritto da in Ambiente

Addio pitone, da oggi la borsa sarà di pelle… d’albicocca. A giurarlo sono un gruppo di studenti olandesi che – tra una lezione e l’altra, a Rotterdam – hanno inventato un materiale innovativo per realizzare capi d’abbigliamento e accessori. Recuperando la pelle di decine mele e pesche avanzate sulle bancarelle del mercato e trattandole secondo un procedimento simile a quello utilizzato dagli chef per creare… Leggi tutto »

La ragazza con la stampella (viola)

Scritto da in Cronaca

Questa è la storia di Liz Jackson, una ragazza americana di anni trentatré che sta provando a convincere le più grandi aziende di moda statunitense a vendere… stampelle. Tutto comincia circa tre anni fa, quando alla giovane Liz viene diagnosticata una malattia degenerativa simile alla sclerosi multipla, che – cioè – le renderà progressivamente più complicati anche movimenti molto semplici, tanto che fin da subito… Leggi tutto »

Miss Cicciona contro l’obesità

Scritto da in Salute

Pesa 80 chili, studia ingegneria chimica ed è reginetta del Paraguay. La fascia di Miss Gordita (ovvero «cicciona») quest’anno è toccata alla giovane Raquel Jimenez (in mezzo nella foto), che però – appena indossato il diadema – ha dovuto trasformarsi in testimonial contro l’obesità. In Paraguay, infatti, metà della popolazione totale è in sovrappeso e il problema dell’alimentazione causa gravi conseguenze a livello di salute ma… Leggi tutto »