Buone notizie formato supposta

Suppost-it

«Aggiungi un posto a tavola» per un migrante

Scritto da in Sociale

Invitare uno sconosciuto al cenone della Vigilia. Oppure a Natale, o al pranzo di Santo Stefano: è la proposta che la Caritas di Monza fa a tutte le famiglie della zona  in occasione delle prossime feste. L’idea dell’ente caritativo si chiama «Aggiungi un posto a tavola» e consiste nell’invitare alla propria tavola addobbata un profugo, un richiedente asilo oppure un migrante. Secondo le intenzioni degli organizzatori, infatti, sedersi a… Leggi tutto »

La musicoterapia entra nei campi profughi

Scritto da in Internazionale

Vivono in uno dei campi profughi più grandi del Libano, ma per Fatmir e Osama – rispettivamente dieci e dodici anni – la vita nelle tendopoli è ancora più dura. Ai due bambini sono stati diagnosticati disturbi a livello neurologico che per la bambina significano autismo con epilessia , mentre per Osama si declinano in un ritardo del linguaggio e difficoltà motorie. Per loro e altri… Leggi tutto »

Sconfinati: gioco di ruolo sugli sbarchi

Scritto da in Senza categoria

«Il mio nome è Matthew, vengo dall’Etiopia. Nel mio Paese ero un professore di liceo, insegnavo letteratura e scienze civiche. Credo molto nei valori della democrazia e ho cercato di insegnarli ai miei ragazzi, a scuola, ho parlato loro della corruzione del sistema politico, ho spiegato quali sono i diritti del cittadino. Per questa mia attività iniziano a minacciarmi di morte. Per questo ho deciso… Leggi tutto »

La scuola che aiuta i siriani, una sedia alla volta

Scritto da in Infanzia, Internazionale

Lei ci mette la classe, loro le sedie. È un progetto non programmato, lanciato quasi per caso da Maha Salim Al-Ashqar, che da dieci anni fa la preside di una scuola nei sobborghi di Amman, in Giordania. Quando – dopo lo scoppio della guerra in Siria – molte famiglie con bambini si sono rifugiate in questi territori, le scuole si sono riempite di alunni e… Leggi tutto »

Torino: lo straniero irregolare ferma il ladro italiano

Scritto da in Cronaca

Lo straniero irregolare che ferma il ladro italiano. È una storia contraria ai pregiudizi quella dell’egiziano di 29 anni che, settimana scorsa, ha sventato una rapina in pieno Torino. Il giovane, infatti, arrivato in Italia da poco e quindi senza permesso di soggiorno, si trovava alle casse di un supermercato del capoluogo torinese. Il caso ha voluto che ci fosse lui davanti al nastro trasportatore… Leggi tutto »

Dai barconi all’Università: in Sicilia migranti studiano nei chiostri

Scritto da in Sociale

Dai barconi alle università. Si chiama così – icasticamente – il progetto inventato dai docenti del dipartimento di Scienze umanistiche di Palermo, i quali – dal 2008, in tempi meno sospetti di oggi – hanno dato vita a una serie di corsi di studio per i tanti migranti sbarcati sull’isola. Il primo e «storico» insegnamento si chiama Itastra e, con le lezioni distribuite per tutto… Leggi tutto »

I disegni dei piccoli migranti

Scritto da in Infanzia

Che i profughi sul confine greco-macedone siano migliaia, di certo lo sapete già, ma magari vi siete persi che tra loro ci sono anche tantissimi bambini bisognosi di attenzioni particolari. Il problema dei più piccoli, infatti, che si somma a quelli dei migranti di ogni età, è che spesso la situazione estrema in cui si trovano li rende impauriti e nervosi… Ma anche ragazzini in… Leggi tutto »

Ghetto on air

Scritto da in Sociale

Al microfono di Radio Ghetto c’è sempre qualcuno di «diverso». Nigeriani, senegalesi e ivoriani sono tra gli speaker preferiti dall’insolita frequenza (97.0’’) che per un mese, ogni agosto, trasmette i racconti dei migranti africani impegnati nella raccolta di pomodori a Rignano Garganico, in provincia di Foggia. La piattaforma è una vera radio «da campo»: non a caso la redazione sta in una baracca vicino alla… Leggi tutto »