A Monza nasce il Bosco della memoria

Scritto da in Cronaca

Su novantadue solo venti fecero ritorno a casa. Sono i cittadini brianzoli che vennero deportati nei lager nazisti perché antifascisti, partigiani, oppositori politici oppure ebrei. A loro la città di Monza oggi, in occasione dell’anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, dedica un bosco della memoria. Un luogo costruito nell’area verde di via Messa che vede la luce dopo quasi dieci anni di… Leggi tutto »