Buone notizie formato supposta

Suppost-it

La prima casa per Marte è quasi pronta

Scritto da in Spazio

Si chiama Beam e sta per Bigelow Expandable Activity Module. Non sarà un nome che ispira simpatia, ma un  certo effetto lo fa quando si scopre che così è stato battezzato il primo modulo abitativo che la Nasa sta pensando di installare su Marte. Da qualche tempo, infatti, l’agenzia spaziale americana sta facendo degli esperimenti sulla Stazione spaziale internazionale (Iss) per testare la solidità dell’abitazione gonfiabile che potrebbe essere il… Leggi tutto »

Un Oculus sulla stazione spaziale

Scritto da in Spazio

La NASA, l’Agenzia spaziale europea e quella canadese insieme per una missione spaziale: far vivere a tutti un’esperienza sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Non si tratta di un viaggio di gruppo con sconto comitiva, bensì dell’iniziativa «Mission: ISS» che, grazie alla realtà virtuale, ricrea perfettamente l’ambiente spaziale con tanto di assenza di peso. Indossando il visore tecnologico Oculus Rift, si può scoprire com’è lavorare a bordo della ISS, prendere parte… Leggi tutto »

Il podcast cileno con cui guardare le stelle

Scritto da in Spazio

Una guida per imparare a guardare il cielo è quella di Ricardo Garcia Soto, giovane regista cinematografico e televisivo cileno con l’amore per la divulgazione scientifica, il quale col suo progetto AstroBlog vuole condividere la passione nazionale per l’astronomia. Il Cile è infatti considerato il più importante centro astronomico di tutto l’emisfero meridionale, sia per l’ottima qualità del suo cielo sia per la sua lunga tradizione astronomica. Sul suo… Leggi tutto »

Perché adottare della «spazzatura galattica»

Scritto da in Spazio

Se volete partecipare a una missione spaziale ma non avete modo di andare in orbita, Adrift è quello che fa per voi. Si tratta di uno strumento realizzato da Cath Le Couteur e Nick Ryan che potrebbe dare una mano alla Nasa e alle altre agenzie spaziali internazionali a monitorare i pericolosi frammenti, residui delle missioni galattiche del passato, che gravitano nell’orbita terrestre. Infatti i residui di «spazzatura spaziale», anche… Leggi tutto »

L’universo è più grande, a occhio

Scritto da in Spazio

Duemila miliardi di galassie in cui perdere lo sguardo: uno studio della rivista scientifica Nature svela che l’universo osservabile contiene sistemi di stelle più di dieci volte di quanto si pensasse. La rivelazione, la prima significativa sul tema dopo due decenni, cambia l’ipotesi formulata sullo studio Hubble Deep Field2, che nel 1996 aveva contato “solo” 120 miliardi di galassie visibili. Quei dati derivavano da una ricerca condotta col telescopio spaziale Hubble che… Leggi tutto »

Zeus, il pianeta del ragazzino

Scritto da in Spazio

15 anni, la testa tra le nuvole e una gran voglia di guardare in alto: così, col naso all’insù, il giovanissimo inglese Tom Wagg ha fatto una scoperta davvero spaziale: il WASP-142b. Il nome è piuttosto tecnico, anche perché il piccolo astronomo non ha mai preso l’impresa come un gioco da ragazzi. Fin dall’infanzia, infatti, Tom faceva esperimenti in casa sui corpi celesti, mentre a… Leggi tutto »

“Un orto spaziale non è roba dell’altro mondo”

Scritto da in Spazio

Sono finiti da tempo gli anni delle mitiche spedizioni lunari, ma solo l’altro ieri l’Europa ha riscoperto il suo “spazio” tra l’americana Nasa e la russa Rka. Il merito è della missione Rosetta organizzata dall’Agenzia Spaziale del vecchio continente (Esa) che ha appena fatto approdare su una cometa la sonda Philae. Eppure si sapeva già da parecchio che l’Esa lavora sempre a progetti da fantascienza…. Leggi tutto »