Un santuario per gli squali a Samoa

Scritto da in Animali

Dall’Oceano pacifico meridionale arrivano buone notizie: le isole Samoa hanno dichiarato le acque nazionali zona protetta per gli squali. Si tratta di un enorme “santuario” di salvezza per i predatori che ricopre circa 129mila chilometri quadrati, più della superficie della Corea del sud. L’iniziativa si aggiunge a quella di altri paesi del Pacifico impegnati nella lotta allo sfruttamento della fauna marina cominciata dall’isola di Palau che nel 2009 ha creato il primo santuario per squali al mondo e continuata dalle isole Cook, Tokelau, Nuova Zelanda. Il primo ministro di Samoa, Tuilaepa Sailele ha giustificato l’intervento con parole dure: «Non resteremo seduti a guardare mente la domanda di prodotti a base di squali (come la zuppa di pinne di squalo, molto apprezzata in Cina, ndr) sottrae alle generazioni future una specie come questa che per noi è culturalmente, ecologicamente ed economica valida»