È una donna la migliore guida turistica d’Arabia

Scritto da in Internazionale

La migliore guida turistica dell’Arabia saudita è una donna. Una buona notizie soprattutto considerato che ci troviamo in un Paese che solo recentemente sta dimostrando apertura verso il genere femminile e che riservava agli uomini anche le professioni legate al turismo. A salire sul gradino più alto dei podio che ogni anno viene riservato a chi si è distinto nell’accompagnare i visitatori nel regno d’Arabia, per l’anno 2017 è stata propria Maryam Al-Harbi insignita del titolo dalla Commissione saudita per il turismo e il patrimonio nazionale. Al-Harbi, che sta completando un master in scienze dell’antichità presso la King Saud University e che parla arabo, inglese, turco e un po’ di cinese, si è subito buttata nel settore: «Le guide turistiche – ha spiegato – hanno un ruolo importante da svolgere nell’introdurre il paese ai nuovi arrivati. È una specie di ambasciatore che trasmette una cultura ai turisti e ne acquisisce altre in cambio». Oggi in Arabia Saudita il turismo è in crescita: anche per questo il settore si sta aprendo alle donne, tanto che l’anno prossimo nascerà persino un corso di laurea tutto al femminile dedicato al turismo. E in questo percorso, Al-Harbi spera di essere esempio e ispirazione per le sue coetanee.