Buccinasco: l’appello sul web che fa pentire il writer

Scritto da in Cronaca

Su un muro di via Cherubini a Buccinasco (Milano) hanno trovato una scritta sul muro ma – invece che farsene una ragione e pulire essi stessi il danno – i residenti hanno deciso di tentare un’altra via. E così hanno messo su Facebook un post rivolta all’autore anonimo: «Sappi che una persona ti ha visto e fotografato. Ti diamo una settimana: vai in colorificio, compra un diluente e con 5 euro, uno straccio e dieci minuti di pazienza, te la puoi cavare. Se hai vergogna, pulisci di notte, ma fallo. Altrimenti consegneremo le foto a chi di dovere». Il messaggio diffuso comprendendo anche il tag, ovvero la firma del graffittaro, in poche ore ha fatto il giro del web ed è arrivato ai genitori del 15enne che ha imbrattato quel pezzo di muro. I due hanno risposto al messaggio chiedendo scusa dell’accaduto e assicurando che avrebbero accompagnato personalmente il figlio a ripulire la scritta. Per assicurarsi che il ragazzo capisse bene la lezione, però, i genitori non si sono fermati qui e hanno deciso di affidarlo al gruppo Retake Buccinasco che nelle mattine del fine settimana, con spazzole e vernici acquistate a loro spese, affrontano la pulizia degli spazi pubblici vandalizzati. «Per ogni scritta fatta – hanno scritto i genitori – ne dovrà coprire altre dieci».