La mensa dell’Università apre ai poveri

Scritto da in Senza categoria

Alla mensa dell’Università cattolica non mangiano solo studenti ma anche chi ha bisogno. Senzatetto, qualche disoccupato e alcune famiglie in stato di necessità: a loro i gestori della mensa di Largo Gemelli hanno permesso di avere un posto a tavola proprio come quello degli studenti e del personale docente. Non c’è un settore separato e all’iniziativa non è stata fatta pubblicità, eppure l’iniziativa – un unicum in tutta Italia – è attiva da un anno esatto. L’idea è infatti venuta al rettore dell’Università Franco Anelli e alla presidente di Educatt, l’ente per il diritto allo studio dell’ateneo, Antonella Sciarrone Alibrandi, che il 14 febbraio 2017 hanno proposto al direttore della Caritas Luciano Gualzetti di accogliere alcuni poveri a cena. Il resto l’hanno fatto i centri di ascolto del decanato, la Caritas e le parrocchie del centro di Milano individuando i possibili beneficiari dell’iniziativa e donando loro il badge per consumare il pranzo nella mensa della Cattolica. Per ora a usufruire del servizio sono una trentina di persone, ma il numero dovrebbe salire nel corso del prossimo anno.e