Il ciclista nel traffico lo vede il radar

Scritto da in Ambiente

Il radar vede il ciclista e la macchina frena. È il sistema di sicurezza che la Bosch ha progettato sotto forma di piccola sonda da installare vicino allo specchietto retrovisore. L’obbiettivo dell’apparecchio iBooster è proprio rilevare la presenza della bici nel traffico e fermarsi in appena 190 millisecondi. Per funzionare bisogna che l’autista stia procedendo in città a meno di 40 chilometri all’ora e che il ciclista pedali al massimo a 20 metri di distanza. Pare che il meccanismo, già installato in alcune vetture, affiancando l’autista possa ridurre gli incidenti di circa il 40 per cento e dunque altre marche potrebbero presto realizzare qualcosa di simile. Nel mondo delle due ruote, poi, la trovata sembra ben accetta a differenza del polverone sollevato tra i ciclisti urbani dall’introduzione delle macchine automatiche che «deresponsabilizzerebbero» i guidatori.