Alla Ferme du Logis il self-service è nell’orto

Scritto da in Senza categoria

Un self-service direttamente dall’orto. Funziona così l’attività della Ferme du Logis, l’azienda agricola a conduzione familiare dei Cochin che nella regione di Yvelines sono riusciti a fare meglio persino del chilometro zero. A guidare la sperimentazione è Bruno, 63 anni, che ha l’intuizione del «self-picking» dall’orto fin da bambino: «Mio padre si lamentava che le mele non vendevano più: io gli ho detto di provare a farle raccogliere direttamente ai clienti». Una strategia vincente che piace ai consumatori i quali apprezzano soprattutto la filiera «tracciabile» e la produzione locale. Ma non solo: alcuni clienti apprezzano l’aspetto didattico della fattoria entro la quale i ragazzi possono imparare le regole della coltivazione e della raccolta; altri fanno la spesa nell’orto dei Logis per ricordarsi della propria infanzia… A tutti loro per oltre sei mesi all’anno la Ferme du Logis offre frutta e verdura di 200 varietà diverse al «prezzo giusto» che non è necessariamente più economico ma di certo meno «volatile». L’anno scorso la fattoria francese ha fatturato un milione di euro, di cui il 70 per cento circa deriva proprio dalla raccolta da parte dei clienti che sono quasi 30mila all’anno. Negli anni altre aziende agricole hanno provato a imitare il progetto dei Logis e oggi sono circa una dozzina nella ragione, comunque appena lo 0,2 per cento del numero totale delle fattorie.