La gara per la migliore lettera d’amore

Scritto da in Curiosità

Nell’era di chat e whatsapp, scrivere una lettera d’amore compiuta per senso e sentimento può risultare proprio un’impresa d’altri tempi. Eppure qualcuno che ha ancora voglia di cimentarsi nella scrittura passionale c’è, visto che ancora quest’anno – per la diciassettesima volta consecutiva – l’associazione Abruzziamoci ha lanciato nuovamente il suo «Concorso internazionale della lettera d’amore», contando in un’ampia partecipazione. In passato, infatti, sono stati molti a prendere parti alla competizione, che ha ospitato anche le opere di scrittori autorevoli e elaborati creativi (come lettere d’amore dedicate a moto, sigarette e persino alla melanzana alla parmigiana…), oltre che ovviamente missive passionali e commoventi. Per partecipare non bisogna essere poeti né esperti della parola e nemmeno serve versa alcun contributo visto che l’iscrizione è completamente gratuita (basta inviare in tre copie il proprio scritto entro il 30 giugno via posta e via mail). «La competizione – spiegano gli organizzatori – è per chi crede ancora nell’amore e nella forza della sua espressione linguistica, per chi ritiene che 140 caratteri non bastino per contenere gli ambiti e gli eccessi della propria passione, per chi non si affida a un semplice e anonimo insipido nevrotico whatsapp». Tutte le lettere in gara verranno poi donate al Museo della lettera d’amore, una chicca che a palazzo Valignani a Torrevecchia Teatina (Chieti) custodisce sole le epistole più romantiche.