Il grattacielo che guarisce l’ambiente

Scritto da in Ambiente

 

Per ora è solo un progetto su carta, anzi su schermo ma è già stato premiato come il grattacielo più eco del mondo. Heal-BERG (in foto) è l’architettura avveniristica disegnata da Luca BeltrameSaba Nabavi Tafreshi, il cui obbiettivo non è solo regalare una vista mozzafiato ma anche guarire il pianeta dagli effetti provocati dai cambiamenti climatici. Il gigantesco grattacielo, infatti, potrebbe pulire l’aria attraverso un sistema a laser studiato da alcuni ricercatori dell’Università della California per «spezzare» le molecole di CO2 e ottenere atomi di carbonio e molecole di ossigeno. Heal-BERG punta poi a diventare autosufficiente dal punto di vista energetico, utilizzando tecnologie rinnovabili come l’eolico, attraverso turbine integrate nelle pareti dell’edificio. I due architetti hanno immaginato poi l’utilizzo di un materiale d’avanguardia come il grafene in 3D e l’impiego della modalità di trasporto a zero emissioni, attraverso un sistema di droni. Per ora, tutto questo è solo un sogno in perfetta linea con le richieste della 2017 Evolo Skyscraper Competition, la gara che ogni anno premia il migliore eco-grattacielo, ma non è detto che presto non possa diventare realtà.