Il risparmio s’impara da piccoli

Scritto da in Senza categoria

A Torino esiste un museo che pensa che capire finanza ed economia sia un gioco da ragazzi. In un Paese come l’Italia dove l’alfabetizzazione finanziaria è davvero minima, anche tra gli adulti, il Museo del risparmio fa un passo ulteriore e punta a insegnare ai più piccoli l’abc di denaro e transazioni, con parole semplici e strumenti interattivi che rendano il tutto un po’ più divertente. L’ultima iniziativa dell’ente torinese è il volumetto dal titolo «Paghetta&COnsigli. Conoscerla, capirla, sperimentarla»: una vera e propria guida che spiega ai genitori come fare perché i figli capiscano fin sa subito come gestire piccole somme di denaro. L’intento è duplice: da un lato, far passare il concetto di programmazione – fondamentale per poter amministrare bene i propri soldi -, dall’altra convincere i genitori che non è mai troppo presto per iniziare ad affidare qualche moneta ai figli. Via libera dunque a paghetta e salvadanaio, ma anche ai quaderni delle spese: per l’occasione, il Museo del Risparmio ne ha inventato uno apposta per bambini, si chiama Mikebo ed è la versione in miniatura di «kakebo», la tabella dei conti di casa giapponese che sta prendendo piede anche in Italia.