Internet of Shit, il peggio della tecnologia

Scritto da in Tecnologia

Se state pensando a un regalo ultra tecnologico, fermatevi un attimo a pensare alla sua utilità… Infatti proprio nel 2016 anche in Italia si sono moltiplicati gli oggetti «intelligenti» che sfruttano la connessione per migliorare il proprio servizio. Dai lampioni che s’accendono solo se c’è passaggio alla sveglia che suona prima se c’è traffico, il meccanismo dell’Internet delle cose (IoT) è ormai ben noto al mercato e ha già avuto moltissime applicazioni. Il guaio è che per la smania di seguire la nuova tendenza, sono comparsi anche centinaia di oggetti inutilmente sincronizzati agli smartphone. Ecco perché un anonimo account Twitter ha deciso di fare una liste delle peggiori assurdità dell’IoT e rinominandole provocatoriamente «Internet of shit». Di «cose» insensate ce ne sono a bizzeffe, come il test di gravidanza consultabile dal telefonino oppure il dispenser a comando vocale per lanciare un biscotto al proprio cane anche a distanza. Indimenticabile poi la tavola da surf che aiuta a trovare l’onda giusta e lo specchio «intelligente» che permette alle truccatrici di regolare le condizioni di luce in base al meteo ma anche di «copiare» l’illuminazione presente in una particolare foto. Il primo premio dell’Internet of Shit però lo vince senz’altro lo spazzolino elettrico che mostra in diretta sullo schermo denti e gengive: uno strumento così «smart» da far rimpiangere il suo antenato «stupido».