Gioielli di merda

Scritto da in Curiosità

Basta gioielleria: se state cercando un prezioso che sia anche un pezzo unico meglio un po’ di fai da te, anche se sui generis. Come quello proposto dai creativi del Nikolas Gregory Studio che con l’apposito Kit Ripley permette di autoprodurre bijoux nel proprio intestino. Sì, avete capito bene: l’ultima frontiera degli eco-gioielli sembra proprio essere la cacca, l’unica materia “prima” completamente biodegradabile e personalizzabile. La ricetta per realizzare un vero gioiello di merda è semplice: basta ingoiare nell’ordine giusto il contenuto nella stramba valigetta tra cui c’è un anello grezzo e una serie di materiali biologici che funzionano come coloranti e lucidanti naturali. Tra gli ingredienti magici, per esempio, ci sono acido citrico della frutta, lattosio, calcio e soda ma anche banana, mela, mandorla e pop corn. I succhi acidi reagiscono con l’acido cloridrico presente nello stomaco e funzionano come abrasivo dello strato superiore dell’anello, preparandolo per la finitura e la colorazione. Lasciando “frullare” il tutto nell’intestino, insomma, l’impasto assume forme irripetibili in ogni apparato digerente. «Finalmente – si legge sul sito dello studio di design, che raccomanda però di consultare un medico prima dell’assunzione – potrete fabbricare un personalissimo anello per la persona che amate». E non abbiate paura che sia un regalo di cattivo gusto.

cacca-gioiello1