«Duemila dollari, ma solo se andate in vacanza»

Scritto da in Curiosità

Andare in vacanza conviene. Di certo ai dipendenti della società di marketing Steelhouse, il cui amministratore delegato Mark Douglas ha proposto ai suoi dipendenti un incentivo di 2000 dollari per prendersi delle ferie. Il problema riscontrato dal CEO dell’azienda californiana era infatti che i lavoratori erano riluttanti all’idea di stare in vacanza e di non essere presenti a una o più importanti decisioni della ditta. Con il bonus, che si ottiene solo se si dimostra di aver fatto un viaggio, l’azienda è migliorata: in tre anni solo cinque persone su 250 dipendenti hanno lasciato il loro posto e tre di loro non per motivi di lavoro. Gli altri ogni anno si godono le ferie – tutto pagato – e Douglas da parte sua ha una squadra molto più compatta e propositiva. «Una cosa è dire ai dipendenti che si sono tre settimana di vacanza all’anno, un’altra è annunciare che si danno loro dei soldi vincolati a un viaggio. Lo trovo un metodo efficace per convincere chi lavora per me che è il momento di prendersi una vera pausa» ha spiegato il CEO che invita altre aziende a imitare la sua idea giudicata un po’ folle, ma che funziona.