Filippine: un presidente di pixel

Scritto da in Curiosità

Un videogioco che «mette in pratica» le promesse di Rodrigo Duterte, 71 anni, neo presidente delle Filippine in carica per i prossimi sei anni. Infatti l’elezione di Duterte, ex sindaco della città di Davao non appartenente alle famiglie politiche tradizionali, ha dato una certa speranza al Paese sfiancato dal numero crescente di attività criminali e dallo spaccio di droga. I ceti popolari hanno votato in massa Duterte, che ha acquistato molta popolarità cui si legano inevitabilmente parodie e tributi. Non fa eccezione l’iniziativa firmata dal giovane sviluppatore Bari Silvestre che ha realizzato «Rody Fight – Game for Change», un gioco per cellulare ispirato alla figura di Rodrigo “Rody” Duterte. Dopo aver dichiarato in apertura «Sono Rody e ho promesso di sbarazzarvi di reati, corruzione, droga e contrabbando in questo Paese in 3-6 mesi», il neo presidente si muove sullo schermo e lotta (a calci e pugni) contro una serie di nemici virtuali armati fino ai denti. Anche se il videogame potrebbe sembrare un modo per mettere alla berlina il piano donchichiottesco della risoluzione dei problemi del Paese in mezzo anno, Silvestre ha dichiarato che al contrario disegnare un presidente di pixel è una sorta di campagna in favore della sua politica.