A scuola il primo museo di «teste di cartone»

Scritto da in Infanzia

 

Trecentoventi teste di cartapesta si affacciano nell’atrio di una scuola elementare della brianzola Cavenago: sono le facce degli alunni che frequentano l’istituto “Ada Negri” e che quest’anno si sono «ritratti» in una scultura particolarissima. L’idea di costruire un mezzo busto guardandosi allo specchio è venuta all’insegnante di storia dell’arte Cristina Cocco, che insieme ad alcuni volontari come lei esterni all’organico delle maestre, ha proposto dei laboratori creativi al plesso scolastico. L’obbiettivo di «Un mondo cartonato» – questo il titolo del laboratorio – era di insegnare ai bambini a trovare i tratti principali di un volto per accentuarli e «dare carattere» al ritratto. Al progetto hanno partecipato 21 classi di Cavenago e 5 di Caponago, che – venute a sapere dell’iniziativa, ed essendo legati per gestione amministrativa alla scuola elementare Negri – hanno subito aderito. Per costruire il proprio testone di cartone ogni bambino ha dovuto lavorare minimo venti ore per portare a termine il progetto: il risultato è una galleria di facce di carta uniche e irripetibili, che saranno visitabili nella scuola da oggi fino al prossimo 7 giugno (ore 16,30-18,45). Intanto, tutti i bambini hanno ricevuto il diploma del piccolo artista, un riconoscimento per aver lavorato con la propria testa.