Concorso di calligrafia: vince Anaya, senza mani

Scritto da in Infanzia

Ha una delle migliori calligrafie dei bambini d’America, eppure Anaya Ellick, 7 anni proveniente dalla Virginia, non né mani né dita per impugnare la penna. È la storia della bambina vincitrice del Nicholas Maxim Special Award for Excellence in Manuscript Penmanship, un premio che – nella sezione riservata ai bambini dall’asilo fino all’ottava classe colpiti da ritardi cognitivi o disabilità fisiche – ogni anno riconosce la scrittura migliore degli States. Anaya è portatrice di disabilità fin dalla nascita eppure – tenendo stretta la matita tra le sue due braccine – è riusciuta a battere 50 bambini e ad aggiudicarsi la competizione. L’idea di partecipare al concorso è venuto al preside della scuola di Anaya che si è accorto del talento e dell’impegno della bambina e ha deciso di puntarci tutto, nonostante le limitazioni provenienti dalla disabilità. La madre della piccola la definisce «molto determinata» e le insegnanti confermano che «c’è veramente poco che Anaya non possa fare». Kathleen Wright, presidente della giuria, ha dichiarato che tutta la commissione è rimasta senza parole davanti alla scrittura di Anaya, persino migliore di quella di bambini normodotati: «Impossibile non assegnarle il premio».