In India le strisce pedonali sono 3D

Scritto da in Curiosità

Strisce pedonali 3D per rallentare il vorticoso traffico indiano. È questa la proposta comunicata oggi tramite tweet dal ministro dei trasporti dell’ex colonia inglese Nitin Gadkari, il quale ha dichiarato «Stiamo verificando il funzionamento di segnali stradali 3D come dissuasori “virtuali” per l’alta velocità da sostituire a strumenti di controllo “reali”». Infatti, i primi esperimenti stanno dimostrando che basterebbe l’illusione ottica di segnali stradali per incoraggiare gli automobilisti a rallentare in automatico. Già all’inizio del mese, il governo indiano aveva ordinato la rimozione di tutti i limitatori di velocità sulle autostrade perché considerati un pericolo per la sicurezza dei veicoli che si muovono ad alta velocità. In effetti il problema degli incidenti stradali è una vera e propria piaga per il Paese che vanta il triste primato del maggior numero di morti in scontri tra automobili al mondo. E secondo i dati forniti dalla World Health Organisation circa 200 persone l’anno muoiono proprio per le precarie condizioni di sicurezza delle strade e a causa della segnaletica non soddisfacente. Ecco perché l’uso dei dissuasori di velocità 3D sembrerebbe una buona soluzione per il governo indiano che, nella sua iniziativa, si è ispirato alla città americana di Philadelphia che già dal 2008 ha utilizzato la tecnica sulle sue strade.