Treccani: l’italiano non è solo «carino»

Scritto da in Curiosità

Usare sempre le stesse parole non è molto carino. A sostenerlo in un breve video diramato online è la storica Treccani, l’enciclopedia italiana che dal 1929 ha racchiuso la lingua italiana in 35 volume più appendici. L’idea dell’Istituto di ricerca con sede a Roma che ha girato lo spot è di promuovere l’utilizzo di tutti i lemmi del dizionario italico, che – ricordano i maestri – ne comprende oltre 250mila. L’impoverimento del lessico è in effetti un problema noto a chi con le parole ci lavora ogni giorno, a partire da professori e maestre che negli ultimi anni hanno diagnosticato un progressivo calo della padronanza linguistica dei loro studenti. Nonostante l’urgenza della questione che potrebbe portare a una semplificazione (e banalizzazione) di un pezzo di patrimonio nazionale, la campagna della Treccani non bacchetta gli italiani del Duemila, assegnando loro 100 pagine di dizionario al dì. Piuttosto, con una buona dose d’ironia e adunando il popolo dei social sotto l’hashtag #LeParoleValgono, l’istituto invita tutti a postare delle fotografie “carine” e affidando a @Treccani il compito di trovare un degno sinonimo tra l’incredibile varietà del nostro idioma.