Buone notizie per i pastelli

Scritto da in Curiosità

Avete presente i colouring books? Per chi non fosse sul pezzo si tratta degli album da colorare che si usano da bambini, ma che ormai sono indirizzati anche agli adulti. Riempire gli spazi con le matite sarebbe un ottimo modo per sfuggire all’affaticamento da lavoro e distrarsi dagli impegni di tutti i giorni e proprio perché funzionano da terapia anti-stress i colouring books sono diventati di tendenza, ridando respiro a un settore – quello dell’editoria – che non passa certo i suoi giorni migliori. Ma a beneficiare del fenomeno da colorare sono anche le aziende di pastelli colorati, le quali hanno dato vita a una vera e propria competizione per far fronte alla domanda di matite in crescita. L’azienda tedesca Staedtler ha dichiarato di aver aumentato le vendite del 15% solo nell’ultimo anno in Australia, dove la moda degli album ha raggiunto punte da record, tanto da costringere la direzione ad assumere più personale. Un fatto impressionante nell’era dei computer che rilanciato anche la creatività dei produttori di pastelli che aggiungono nelle loro collezioni sempre nuove tonalità. «Una vasta gamma di colori è essenziale – ha dichiarato il direttore della Staedtler – soprattutto per le illustrazioni che vanno riempite». Faber-Castell ha dovuto aumentare i turni di lavoro nella sua fabbrica in Bavaria e pensa a delle scatole da 120 colori diversi.