La storia di Pinocchio si legge per strada

Scritto da in Infanzia

Una favola a cielo aperto, che si legge sulle facciate delle case. Succede a Vernante, un paesino del cuneese di 1200 dove trascorse i suoi ultimi anni fino alla morte Attilio Mussino, il primo disegnatore di Pinocchio, il celeberrimo burattino fuoriuscito dalla penna di Carlo Collodi. Per rendere omaggio all’insigne concittadino, gli abitanti di Vernante hanno iniziato a dipingere i muri delle case con immagini ispirate proprio alla storia di Pinocchio: oggi i disegni sono diventati più di 150 e per ammirarli arrivano ogni anno in gita scolastica oltre 3000 studenti da tutta Italia per «leggere» con gli occhi questa fiaba senza tempo. I murales rappresentano Mastro Geppetto, la Fata Turchina, il Gatto e la Volpe, il Grillo parlante e ovviamente anche il burattino protagonista del racconto, oltre a tantissimi episodi tratti dalla favola che in questi anni sono stati al centro di una continua contesa tra gli abitanti del posto che premevano per avere la storia più amata sulla facciata di casa. Bruno Carletto e Bartolomeo Cavallera, l’uno di professione pittore, l’altro imbianchino sono gli autori materiali del progetto e in oltre vent’anni hanno realizzato tutti i murales sulle facciate di case, baite e palazzi di Vernante. Il risultato è una favola da vivere, più che da sfogliare.