DriverLab: la patente su misura di anziano

Scritto da in Tecnologia

Buone notizie per gli anziani guidatori di tutto il mondo. A Toronto un istituto specializzato in riabilitazione ha organizzato un gruppo di lavoro per mettere a punto, nel prossimo futuro, un simulatore in grado di testare le capacità di guida in modo impeccabile. A differenza degli esaminatori in carne ed ossa che danno un voto complessivo al candidato autista, DriverLab – questo il nome dell’avveniristico aggeggio canadese – è capace di valutare le competenze del guidatore in maniera analitica, scomponendo uno ad uno eventuali deficit nella prestazione e attribuendo di conseguenza patenti differenziate in base alle capacità dimostrate. Il metodo sarebbe utilissimo per alcune categorie di persone come ipovedenti o appunto anziani, che – se ormai non sono più in grado di affrontare un lungo viaggio – probabilmente potrebbero benissimo fare la spesa in paese, senza grossi problemi per la sicurezza stradale. Per rilasciare patenti su misura dunque il misuratore automatico propone un esame virtuale che riproduce tutte le possibili condizioni di guida: da quella notturna, ai percorsi in centro città, con la pioggia battente o il sole a picco. Se l’anziano saprà superare una soglia minima di difficoltà alla guida, otterrà una licenza perlomeno «elementare».