Alex: il congegno per salvarsi dal mal di cervicale

Scritto da in Tecnologia

Avete presente la scala dell’evoluzione umana che ha portato al primo homo erectus? Beh, la parabola della colonna vertebrale retta potrebbe finire presto e gli imputati principali sarebbero smartphone e computer colpevoli di costringere i loro utenti ad assumere una postura scorretta che, a lungo andare, provocherebbe dolore cronico e deformazioni serie alla cervicale. La tecnologia, però, oltre ad essere responsabile di questo problema di salute che – secondo le ricerche – affligge ben l’80% dei lavoratori d’ufficio causando loro anche una serie di controindicazioni psicologiche (portando a stress e addirittura a depressione) potrebbe essere anche la soluzione. Alex è infatti un aggeggio prodotto da un gruppo di ingegneri biomedici e sviluppatori che obbliga chi lo indossa a stare dritto e quindi ad evitare i danni della cattiva postura. Si tratta di una montatura «al contrario» che emette una vibrazione ogni volta che, per più di qualche minuto, si fa un movimento scorretto e che – collegata con un’app – può monitorare i propri miglioramenti. Ora i ricercatori di Alex stanno raccogliendo fondi – con una campagna su Kickstarter – per diffondere la loro invenzione.