La prima tangenziale ciclabile

Scritto da in Ambiente

In tangenziale si va in bici. Almeno su quella appena inaugurata a Bologna da tre associazioni di ciclisti locali, i quali – in collaborazione con l’amministrazione comunale – hanno dato vita alla prima «bicipolitana» d’Italia. L’idea viene da un’iniziativa simile inventata dalla città di Pesaro, dove la giunta aveva dato il via a un percorso ciclabile sul modello della metropolitana, cioè con diverse linee e decine di fermate. Ma a Bologna si è andati oltre e qui, sulla banchina alberata che divide i due sensi di marcia della circonvallazione, è nato un reticolo di strade totalmente riservate a chi preferisce spostarsi su due ruote. La tangenziale ciclabile, in sostanza, funziona esattamente come le vie ad alta velocità per le auto, con la sola differenza che non sono ammessi veicoli a motore. La notizia della bicipolitana è stata accolta benissimo dai cittadini del capoluogo emiliano i quali da tempo – proprio come sta succedendo in altre grandi città italiane ed europee – hanno eletto la bicicletta come il loro mezzo di trasporto preferito.