C’è supPosta per te!

Scritto da in Racconti

L’otto ottobre  – data estremamente eufonica – sembra siano successe per lo più cose brutte. Di tutti gli anni fino al 2000 in corrispondenza di questa data si ricordano per lo più battaglie e tragedie: si va da piccoli scontri all’epoca di Costantino fino alla guerra di secessione americana e poi al secondo conflitto mondiale, nella cronistoria del quale – proprio l’otto ottobre 1939 – si segnala l’annessione della Polonia occidentale da parte della Germania nazista. Sempre l’otto ottobre, poi, anche se a 23 anni di differenza, Che Guevara viene catturato con i suoi uomini in Bolivia mentre nel 1990 un massacro memorabile nella storia del conflitto israelo-palestinese ha luogo presso la moschea di Al-Aqsa. Anche nel nuovo millennio si contano almeno due incidenti datati otto ottobre: a Linate nel 2001 quando due aerei si scontrano in fase di decollo e in Pakistan dove un terremoto devasta la regione del Kashmir. Insomma, non proprio buone notizie e forse, anche per questa fama poco benaugurale, già nel 1582 si pensò bene di tagliare il calendario (per riallinearlo nell’ambito delle modifiche gregoriane) proprio in questo giorno. Eppure oggi scendo in difesa dell’otto ottobre, data in cui almeno una cosa bella è senz’altro successa. 23 anni fa ad oggi, infatti, proprio nell’anniversario del primo avvistamento di una supernova, nasceva sotto una buona stella (ovvio!) l’uomo che sta dietro alle mie assidue pagine online. Questa «supPosta per te» vuole dunque riabilitare la data dell’otto ottobre e introdurla ufficialmente nel blog (e di conseguenza anche nel mondo) delle buone notizie. Forse (anzi senz’altro) non lo sapevate, ma l’otto ottobre è una data di altri compleanni importanti: nel 1859 nasceva infatti il celebre matematico Federico Amodeo ma anche (nel 1931) Franco Cosimo Panini, editore italiano e papà degli album delle figurine! Nel 1992, infine, anno di nostro precipuo interesse, in Italia si festeggiavano i vent’anni della disciplina semiotica e benedicevano le schiarite meteo dopo la tempesta. In prima pagina La Repubblica titolava ‘Un parlamento più snello? Facciamolo subito’ e invece si sono dovuti aspettare 23 anni… Esattamente nello stesso periodo, mentre si discuteva eternamente sulla soppressione del senato, Matteo Manzinello ha fatto in tempo a nascere, crescere e combinare innumerevoli cose belle. E se questa non è una buona notizia…