Happy Birthday to You: la canzone torna di tutti

Scritto da in Musica

Il regalo più ricco arrivava al compleanno. Sì, ma non solo al suo… La casa discografica Warner Chappell Music, infatti, fino allo scorso settembre deteneva da 80 anni il copyright sul famoso jingle Happy Birthday che – com’è noto – è la canzone must di ogni genetliaco. La melodia – composta nel lontano 1893 dalle sorelle nonché maestre d’asilo Mildred e Patty Hill – s’intitolava inizialmente Good Morning to All ed era utilizzata dalle due donne per iniziare la giornata al meglio insieme ai loro bambini. Ben presto però la composizione si trasformò in un famosissimo leitmotiv e nel 1935 Patty Hill cedette i diritti sulla canzone all’azienda discografica Clayton F. Summy & Co, che qualche anno dopo venne comprata dalla Warner Music. Da allora, la compagnia musicale ha fatto valere il copyright sia sul testo sia sulla musica, guadagnandoci ben 2 milioni di dollari all’anno. Il giudice federale di Los Angeles, però, ha appena risistemato l’equivoco e stabilito che alla Clayton (e quindi oggi alla Warner) spettavano solo i diritti su alcuni arrangiamenti della canzone. Happy Birthday è dunque da considerarsi un patrimonio pubblico e chiunque potrà continuare indisturbato a intonare i celeberrimi auguri in musica.