C’è sempre una buona notizia

Scritto da in Suppost-it

C’è sempre una buona notizia, anche se ci sono giorni in cui non sai proprio quale. Sono stati e sono giorni così, perciò la buona notizia per oggi (ma anche per l’altro ieri e quello prima in cui vi ho lasciato senza) sceglietela voi.

1 Grace Brett ha 104, un’età che se mai la raggiungi ti dovresti sentire in diritto di riposarti. Ma la tenera vecchina scozzese Grace non sembra avere intenzione di farlo né di cedere allo stereotipo per cui gli anziani – soprattutto gli ultracentenari – non sono più in grado di far qualcosa di buono. Ecco perché ha deciso di continuare a mettere le sue competenze a servizio della comunità, ricoprendo tutti gli oggetti cittadini che gli capitano a tiro di bellissime fodere di maglia. Con uncinetto e gomitoli, Grace equipaggia le panchine di morbidi cuscini o decora gli alberi dei giardini pubblici con coloratissime panchine per cercare di strappare un sorriso anche nelle giornate più uggiose.

C’è chi dice che al giorno d’oggi la compassione non esiste più, soprattutto nelle grandi città dove il tessuto sociale si va disgregando, allontanando le persone l’una dall’altra. Ma lo scorso 16 settembre, in piena Chicago, all’interno di un punto vendita della catena di fast food McDonald’s – emblema della fretta dei nostri tempi e della nostra cultura dell’autosufficienza – si è consumato il miracolo. Un uomo anziano in sedia a rotelle non riusciva a mangiare il suo panino, quando un inserviente del ristorante dove ognuno fa tutto da sé si è fermato per aiutarlo a tagliare l’hamburger. Una ragazza ha immortalato il bellissimo gesto postandolo su facebook dove l’iniziativa del buon uomo ha collezionato ben 250 mila mi piace.  

Sui binari andateci in risciò. Ecco la proposta di una coppia di americani (Alex Catchpoole e Mary-Joy Lu) che hanno messo in piedi una società di affitto veicoli per percorrere un pezzo di ferrovia abbandonato nella regione degli Adirondacks, al confine col Canada. Il percorso di 34 miglia nella zona punteggiata da monti e laghi infatti si rivela molto panoramico e perciò una possibile attrazione turistica. In effetti i risciò per quattro persone – messi in moto da qualchhe mese – hanno avuto un successo immediato tanto che i due hanno dovuto raddoppiare la flotta dei carrellini disponibili (ora 12). Lo stato di New York però ha altri progetti per la zona e nei prossimi anni potrebbe smantellare la preziosa rotaia per trasformarla in un sentiero attrezzato per escursionisti… L’iniziativa distruggerebbe un pezzo di storia (la ferrovia fu inaugurata nel 1892) ma anche il sogno matto di Alex e Mary-Joy.