C’è il sole sul tetto?

Scritto da in Ambiente

Calcolare il sole sui tetti: ecco cosa farà il nuovissimo servizio del colosso americano Google, il quale ha appena lanciato – per ora solo a Boston, San Francisco e in una piccola area della California – uno strumento per incentivare all’utilizzo dei pannelli solari. Project Sunroof – questo il nome dell’iniziativa – sfrutterà la tecnologia delle famose mappe Google per «fotografare» la situazione di miliardi di tetti e individuare quelli più adatti per la messa in posa di un impianto fotovoltaico. Secondo l’ingegnere Carl Elkin che lo ha progettato, infatti, molte persone sono frenate nell’utilizzo dei pannelli solari per il fatto che i pro e i contro dell’investimento non sono quasi mai chiari (mentre i costi lo sono, purtroppo). Ecco perché, tra le variabili tenute in considerazione dal calcolatore, ci sarà il tempo giornaliero dell’esposizione al sole (ogni tetto avrà un colore specifico – dall’arancione per le zone soleggiate al viola per le ombrose – proprio in base al numero di raggi che lo raggiungono) ma anche l’eventuale presenza di ostacoli che renderebbero più difficile (e costosa) la realizzazione dell’impianto. Insomma, basterà inserire il proprio indirizzo di casa per avere un verdetto precisissimo del calcolatore: dal numero di pannelli solari da predisporre alla somma che si risparmierebbe in bolletta, il sistema vi darà ogni informazione per capire se a casa vostra l’impresa del fotovoltaico è «sostenibile».