Miss Cicciona contro l’obesità

Scritto da in Salute

Pesa 80 chili, studia ingegneria chimica ed è reginetta del Paraguay. La fascia di Miss Gordita (ovvero «cicciona») quest’anno è toccata alla giovane Raquel Jimenez (in mezzo nella foto), che però – appena indossato il diadema – ha dovuto trasformarsi in testimonial contro l’obesità. In Paraguay, infatti, metà della popolazione totale è in sovrappeso e il problema dell’alimentazione causa gravi conseguenze a livello di salute ma anche di discriminazione sociale. Ecco perché da qualche anno è nato il concorso di Miss Cicciona che ad ogni edizione mette in palio un anno di cure presso il migliore dietologo del Paese e l’abbonamento fitness in una palestra quotata. L’obbiettivo è sensibilizzare con ironia le ragazze (ma non solo) in sovrappeso e spingerle – con premi pensati ad hoc – a riorganizzare la propria alimentazione. La precedente vincitrice aveva interpretato così bene il suo ruolo di ambasciatrice contro l’obesità che, grazie alla sua campagna, quest’anno a Miss Gordita hanno partecipato centinaia di ragazze, rigorosamente tra i 70 e i 130 chili, decise a tirare la cinghia.