La maturità che ti ricordi

Scritto da in Cronaca

Per i diretti interessati che la prima prova l’hanno fatta oggi, forse la maturità non è proprio una buona notizia, ma chi invece in un modo o nell’altro l’ha passata, oggi la racconta col sorriso. Antonio Sarti, per esempio, presidente degli alpini di Bergamo, gli esami di quinta li ha fatti da un po’ ma non ne dimentica l’«ebbrezza»: era il 1959 e il giovane Antonio frequentava l’istituto orobico per ragionieri Vittorio Emanuele II; per placare l’agitazione dell’orale di tedesco, sua mamma gli diede da bere una birra e l’interrogazione andò benissimo. Il giovane cantante Cesare Cremonini, invece – che oggi ha regalato uno speciale in bocca al lupo su Twitter ai maturandi postando una frase del suo nuovo brano Buon viaggio (Share the Love) – racconta spesso che la sua maturità non fu un granché ma segnò l’inizio della sua carriera. «50 special era da poco in radio quando ho fatto la maturità» – ha raccontato una volta al FattoQuotidiano e ripetuto oggi su Twitter – «avevo fatto 120 assenze e così decisi di giustificare la mia poca preparazione portando lo stereo e facendo ascoltare la canzone alla commissione. Purtroppo la conoscevano ancora in pochi, per fortuna mi fecero passare lo stesso».