Prima che sia scaduto

Scritto da in Cucina

Fare la spesa last minute: negli anni della crisi, ma anche della maggiore consapevolezza sostenibile di sempre, sono i supermercati a lanciare ai propri clienti offerte dell’ultim’ora. In effetti dall’ultimo rapporto sullo spreco di cibo derivante dalla grande distribuzione organizzata, ogni anno l’Italia butta nel cestino 259 mila tonnellate di alimenti ancora buoni. Infatti, gli ipermercati sono vincolati da regole sanitarie stringenti che impediscono loro di vendere prodotti dopo la data di scadenza, anche se non sono affatto andati a male. Insomma, per accumulare una cifra così scandalosa ci vuole poco… Ma finalmente i marchi hanno cercato di rimediare. Simply e Carrefour ad esempio hanno deciso di scontare i prodotti in scadenza per smaltire le eccedenze e far risparmiare alle famiglie. Conad, Esselunga e Coop, invece, da anni hanno stipulato un contratto con associazioni di solidarietà (come il Banco alimentare) per un reimpiego intelligente. Infine, per abbattere gli sprechi i piccoli negozianti si affidano alla tecnologia: grazie all’app Last Minute Sotto Casa basta attivare la geolocalizzazione per visualizzare la lista dei prodotti in scadenza nei punti vendita più vicini a casa. In un anno il portare ha raggiunto quasi 30 mila utenti, pronti a tutto per svuotare il cestino e riempire il carrello.