Il computer col grembiule

Scritto da in Cucina

Di certosini della cucina ce ne sono tanti, ma uno chef così scientifico non l’aveva mai visto nessuno… Qualche settimana fa il colosso informatico americano Ibm ha presentato Watson, il suo computer non troppo «elementare» che con le sue ricette sarebbe il candidato ideale a vincere Masterchef. La macchina funziona mettendo insieme molecole differenti sulla base di un codice di compatibilità: odori e sapori dunque non contano per i piatti preparati dal cuoco digitale. Quest’aspetto potrebbe essere una controindicazione non da poco per il palato umano, visto che Watson potenzialmente potrebbe impastare di tutto. Per ora però nel suo primo libro di ricette, il computer col grembiule si è limitato a 65 piatti non troppo diversi da quelli realizzati dagli estrosi cuochi di tutto il mondo. Tanto che tra quiche di asparagi e paella indiana, l’impressione è che nel ricettario 2.0 ci sia ancora (per fortuna!) uno zampino umano.