L’ingegnere delle peonie

Scritto da in Curiosità

Pensava solo a come decorare il giardino della sua villetta l’ ingegnere di Vitorchiano (dove?), papà della più grande collezione al mondo di peonie. Ma poi si è fatto prendere la mano… Tutto iniziò nel  1990, quando, su suggerimento di alcuni  amici, l’ingegnere piantò i suoi primi arbusti. Ma la fioritura di quei pochi esemplari di peonia fu uno spettacolo tale che l’uomo iniziò una ricerca febbrile per recuperare tutte le varietà del fiore amato dai cinesi. Il risultato? Un’intera collina di peonie, che oggi – soprattutto tra aprile e maggio – attira turisti da tutto il mondo. Infatti nel 1996 le coltivazioni dal giardino privato sono state trasportate su un terreno di 15 ettari ed è nato così il centro botanico Moutan (che in cinese vuol dire proprio «peonia arborea»).  L’obbiettivo della collina dell’ingegnere (che oggi detiene già 200 mila esemplari di piante di 600 varietà differenti) è raccogliere e riunire in un unico luogo tutte le specie per farle conoscere e diffondere: riuscirà nell’impresa?