La filosofia del Villaggio

Scritto da in Cronaca

Sembrava una storia destinata a finire male, quella del quartiere bergamasco “Villaggio degli Sposi”, sorto nel sud del capoluogo lombardo a fine anni ’50 su iniziativa dell’associazione caritativa San Vincenzo che in quel periodo si occupava soprattutto dei bisogni abitativi degli orfani. Infatti – dopo la chiusura del centro commerciale Pellicano –la zona rischiava di tornare ad essere un quartiere fatiscente. E invece, a sopresa, nella piazza del Villaggio stanno sbocciando tante nuove attività: quasi tutte ad opera di giovani. I più avventurieri sono quattro amici che neanche 4 mesi fa hanno fondato una cooperativa alimentare. Si chiama “Why not” e vende pane, formaggi, latte e birre artigianali prodotte da piccoli agricoltori orobici; ma anche frutta e verdura reperibili presso altre cooperative della zona. Il sogno – sul quale però stanno già lavorando – sarebbe lanciare un’app per ordinare e ricevere la spesa a casa. La loro filosofia del «chilometro zero» e del «villaggio» da condividere è piaciuta anche ad Emergency che ha scelto il giovane quartetto come punto di riferimento per le proprie campagne locali di sensibilizzazione.