Registrami una storia

Scritto da in Cronaca

Di mestiere si fanno raccontare storie e poi le registrano perché non si perdano nel tempo. Il produttore radiofonico Dave Isay e la sua squadra (una cinquantina di professionisti) hanno creato StoryCorps, associazione noprofit che in dieci anni ha messo in salvo 50 mila testimonianze di vita. Le avventure svelate sono tante e tutte curiose: gli anziani Danny e Annie parlano del loro matrimonio poco prima della scomparsa di lui; Carl racconta l’infanzia del fratello Ronald Mcnair diventato astronauta e poi esploso su uno space shuttle americano. Rachel P. Salazar e Ruben P. Salazar invece ci tengono alla loro love-story: lei viveva in Thailandia, lui a Chicago ma un errore dovuto al loro indirizzo mail quasi uguale ha bruciato tutte le distanze… Le storie sono raccontate dagli stessi protagonisti che nella sala di registrazione di Storycorps partecipano in diretta alla realizzazione del Cd-documento della loro stessa esperienza. Con questo sistema in poco tempo la Library of Congress ha creato un’intera sezione dedicata all’oralità: un vero e proprio archivio di voci per le generazioni future che qui riscopriranno la meravigliosa vita dei loro nonni oppure quella di altri grandi sconosciuti.

Fonte: IlPost