«Pepe» e il super maggiolino

Scritto da in Internazionale

Ai palazzi preferisce il suo rancho, la fattoria alla periferia della capitale Montevideo dove abita e coltiva da sempre. Non ci sarebbe niente di strano se non si trattasse di José Mujica, presidente e «mito» dell’Uruguay del Duemila che fra soli due mesi dismetterà la sua carica. In questi cinque anni però il presidente si è fatto amare da tutti in patria come all’estero, tanto che in molti hanno parlato di lui come del politico che tutti vorrebbero. Da subito Mujica si è tagliato lo stipendio del 90% e con i 400 mila dollari “risparmiati” nel mandato ha sostenuto molte famiglie povere uruguaiane… Ma non solo: nemico dello spreco nei fatti prima che a parole il capo sudamericano è diventato l’esempio vivente della sobrietà in politica. Oltre alla sua casa infatti «Pepe» – come lo soprannominano i suoi – possiede solo due piccoli Maggiolini dell’87 e tre trattori. Proprio la vecchia auto azzurra, da lui definita il suo unico «bene», è diventata il simbolo della sua austera filosofia. E neppure i 10 Suv offerti in cambio della Volkswagen dall’ambasciatore del Messico l’hanno convinto a venderla.

Fonte: Greenme