Si sgonfia ma non si buca: ecco il pallone indistruttibile

Scritto da in Internazionale

Tirare un calcio alla povertà si può. L’ha dimostrato Tim Jahnigen, ingegnere statunitense che qualche anno fa ha inventato il «pallone indistruttibile». L’idea sembra un po’ balzana, ma in realtà è utilissima per i bambini delle zone del mondo povere o in guerra dove i palloni occidentali vanno fuori uso nel giro di 24 ore. La colpa è di vetri, sassi e pungiglioni che affollano i campi da gioco improvvisati nelle zone più disparate. Un bel problema che i piccoli calciatori africani, siriani e palestinesi avevano risolto accontentandosi di un pallone di rottami fai-da-te. L’idea di Tim è partita così e grazie all’investimento del cantautore Sting oggi è arrivata in 160 Paesi. Si tratta di One World Futbol (per comprarlo vai sul sito), ovvero di un pallone fatto di una schiuma resistentissima usata anche per le scarpe Crocs (video) . Il risultato è una sfera che si può schiacciare, bucare o investire ma in pochi secondi ritorna come nuova: proprio un pallone «da guerra».

Fonte: LaStampa