Quando i muri parlano

Scritto da in Curiosità

Proprio ieri a Berlino si celebravano i 25 anni della caduta del più celebre muro europeo: una ricorrenza che ha fatto parlare delle barriere che ancora dividono i popoli per motivi politici e sociali. Per fortuna però c’è anche qualcuno che di un muro ci ha fatto un oggetto “granitico” di unione tra la gente. È successo a Parigi nel romantico quartiere di Montmartre, dove dal 2000 esiste una parete dedicata agli innamorati. La “muraglia” misura solo 40 metri quadrati ma raccoglie oltre 300 “ti amo” scritti in centinaia di lingue del mondo. L’idea del cosiddetto “mur des je t’aime” nasce dalla passione del francese Frédéric Baron che per anni ha raccolto dichiarazioni d’amore nei più strani dialetti. Solo all’alba del nuovo millennio però Baron insieme all’artista Claire Kito decide di incidere le scritte su grandi piastrelle color blu: da allora migliaia di coppie ogni anno passano da qui per mettere anche loro al muro un’era decisamente troppo individualista.